I TRULLI DI ALBEROBELLO IN PUGLIA

Quando ho visitato Alberobello in Puglia, un Sito del Patrimonio Mondiale UNESCO, sono rimasta subito incantata dai trulli che sono diffusi per tutta la città. I trulli sono piccole case di pietra con tetti conici unici. Sono piccoli, bianchi e sembrano presi direttamente dalle fiabe.

Paradisi per gli Hobbit. Tane per i Lillipuziani. E a quanto pare, anche voi potreste dormire in un trullo.

Dall’alto della città vecchia, potete vedere il miscuglio dei tetti dei trulli.

Nonostante siano simili, non sono identici. Mi sono divertita ad andare in giro per la città, ad ammirare ognuno di essi. Alcuni sono più piccoli, altri più grandi. Ognuno ha un tipo di porta diversa, alcuni sono abbelliti da fiori, altri sono piuttosto ordinari.

I tetti a forma di cono sono impilati, ma non cementati. Leggenda vuole che questi furono pensati appositamente per essere buttati giù in pochissimo tempo, così che quando il re visitava la città, il tetto potesse essere smantellato velocemente per evitare di pagare una tassa. Furbo, molto furbo.

Venite a farvi una passeggiata, vi mostro alcune foto dei miei trulli preferiti di Alberobello.

Ho amato questo qui con l’albero da frutto che incornicia l’entrata.

L’edera a traliccio sembra davvero graziosa mentre si arrampica su questa facciata.

Questo trullo bianco spoglio e segnato dalle intemperie sembra volere un po’ di affetto.

Questo proprietario ha usato alberi di pino per abbellire il suo trullo. La lampa di ferro esterna centrata sopra la porta centrale fa alzare gli occhi.

In questa facciata si riescono a vedere le strutture di pietra. La porta di legno rustica con tende verdi a strisce è davvero accogliente.

Una fila di trulli sulla strada principale di Alberobello è piena di negozi per turisti. Guardate i simboli pagani dipinti su ogni tetto.

Il verde che fuoriesce da questa piccola finestra dev’essere la piccola versione di una fioriera.

Questo è il vialetto più bello, l’unico che ho visto con un cancello da giardino.

Questo primo piano è forse il mio preferito. Le nuvole sembrano fumo che esce dal tetto e le rose rosa selvatiche risaltano sul bianco.

Cosa pensate dei trulli? Dormireste lì o li ammirereste solo da lontano?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *